La Griglia delle Semantiche Familiari (GSF) è un manuale di codifica dei contenuti semantici presenti nelle conversazioni diadiche e nei racconti autobiografici. La GSF è stata costruita per testare l’ipotesi (Guidano 1987; Ugazio 1998, 2010) secondo cui ciascuna psicopatologia sarebbe connessa a una configurazione bipolare prevalente di significati o Semantica Familiare (SF). In particolare i disturbi fobici sarebbero connessi alla “SF della Libertà” al cui centro vi sono le emozioni coraggio/paura e la polarità libertà-indipendenza, i disturbi ossessivo-compulsivi alla “SF della Bontà” basata sulle emozioni di innocenza/colpa e la polarità bene-male, i disturbi alimentari alla “SF del potere” caratterizzata dalle emozioni orgoglio-vergogna e dalla polarità vittoria-sconfitta e infine i disturbi alimentari alla “SF dell’appartenenza” che ha al suo centro le emozioni di gioia/disperazione e la polarità inclusione/esclusione. La GSF fornisce un sistema di codifica che rileva queste quattro SF nelle trascrizioni di conversazioni. Al fine di verificarne la validità concorrente abbiamo applicato la GSF, insieme alla SWAP-200, alle prime sedute di consultazione di 75 soggetti con diagnosi differente: 15 con un disturbo fobico, 15 con un disturbo ossessivo-compulsivo, 15 con un disturbo alimentare, 15 con un disturbo dell’umore e 15 asintomatici che hanno chiesto una consultazione per problematiche esistenziali. Verranno presentati i risultati della correlazione tra GSF e SWAP-200. Ci aspettiamo che ai soggetti con un disturbo fobico, ossessivo, alimentare e depressivo corrisponda una prevalenza della SF ipotizzata come critica e un profilo diagnostico coerente sulla SWAP-200. Verranno inoltre discusse le implicazioni che tali risultati potrebbero avere sulla progettazione del processo terapeutico.

(2012). Validità concorrente della griglia delle semantiche familiari [abstract]. Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/27598

Validità concorrente della griglia delle semantiche familiari

NEGRI, Atta' Ambrogio Maria;
2012

Abstract

La Griglia delle Semantiche Familiari (GSF) è un manuale di codifica dei contenuti semantici presenti nelle conversazioni diadiche e nei racconti autobiografici. La GSF è stata costruita per testare l’ipotesi (Guidano 1987; Ugazio 1998, 2010) secondo cui ciascuna psicopatologia sarebbe connessa a una configurazione bipolare prevalente di significati o Semantica Familiare (SF). In particolare i disturbi fobici sarebbero connessi alla “SF della Libertà” al cui centro vi sono le emozioni coraggio/paura e la polarità libertà-indipendenza, i disturbi ossessivo-compulsivi alla “SF della Bontà” basata sulle emozioni di innocenza/colpa e la polarità bene-male, i disturbi alimentari alla “SF del potere” caratterizzata dalle emozioni orgoglio-vergogna e dalla polarità vittoria-sconfitta e infine i disturbi alimentari alla “SF dell’appartenenza” che ha al suo centro le emozioni di gioia/disperazione e la polarità inclusione/esclusione. La GSF fornisce un sistema di codifica che rileva queste quattro SF nelle trascrizioni di conversazioni. Al fine di verificarne la validità concorrente abbiamo applicato la GSF, insieme alla SWAP-200, alle prime sedute di consultazione di 75 soggetti con diagnosi differente: 15 con un disturbo fobico, 15 con un disturbo ossessivo-compulsivo, 15 con un disturbo alimentare, 15 con un disturbo dell’umore e 15 asintomatici che hanno chiesto una consultazione per problematiche esistenziali. Verranno presentati i risultati della correlazione tra GSF e SWAP-200. Ci aspettiamo che ai soggetti con un disturbo fobico, ossessivo, alimentare e depressivo corrisponda una prevalenza della SF ipotizzata come critica e un profilo diagnostico coerente sulla SWAP-200. Verranno inoltre discusse le implicazioni che tali risultati potrebbero avere sulla progettazione del processo terapeutico.
Negri, Atta' Ambrogio Maria; Pedercini, Davide; Bonizzi, Federica
File allegato/i alla scheda:
Non ci sono file allegati a questa scheda.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10446/27598
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact