Introduzione. La penna dei gastarbeiter