Contro l’adagio secondo cui i racconti non hanno mercato e in linea con la tradizione novecentesca, negli anni Zero la forma breve ha trovato nella prosa italiana una nuova centralità. In questo intervento si analizzano le forme che ha assunto nel nuovo secolo il racconto breve, in particolar modo quando organizzato nella forma-libro, a partire da testi esemplari: Personaggi precari (2007) di Vanni Santoni, per il micro-racconto in chiave umoristica; Fiction (2001) di Giulio Mozzi, per il racconto a forte statuto metaletterario; L’ubicazione del bene (2009) di Giorgio Falco, per la ricomposizione di un universo geograficamente e antropologicamente centripeto; Città distrutte (2011) di Davide Orecchio, che sul modulo biografico costruisce una raccolta a forte tenuta stilistica.

(2019). (Non) è un paese per racconti [journal article - articolo]. In NARRATIVA. Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/147323

(Non) è un paese per racconti

Raccis, Giacomo
2019

Abstract

Contro l’adagio secondo cui i racconti non hanno mercato e in linea con la tradizione novecentesca, negli anni Zero la forma breve ha trovato nella prosa italiana una nuova centralità. In questo intervento si analizzano le forme che ha assunto nel nuovo secolo il racconto breve, in particolar modo quando organizzato nella forma-libro, a partire da testi esemplari: Personaggi precari (2007) di Vanni Santoni, per il micro-racconto in chiave umoristica; Fiction (2001) di Giulio Mozzi, per il racconto a forte statuto metaletterario; L’ubicazione del bene (2009) di Giorgio Falco, per la ricomposizione di un universo geograficamente e antropologicamente centripeto; Città distrutte (2011) di Davide Orecchio, che sul modulo biografico costruisce una raccolta a forte tenuta stilistica.
articolo
Contre l’adage selon lequel les nouvelles n’ont pas de marché et conformément à la tradition du xxe siècle, dans les années 2000 la forme brève a trouvé dans la prose italienne une nouvelle centralité. Dans cet article, nous analysons les formes que prend la nouvelle dans le nouveau siècle, surtout lorsqu’elle est organisée dans la forme du livre, à partir de textes exemplaires: Personaggi precari (2007) de Vanni Santoni, pour la micro-histoire au ton humoristique ; Fiction (2001) de Giulio Mozzi pour le conte à forte composante méta-littéraire ; L’ubicazione del bene (2009) de Giorgio Falco pour la recomposition d’un univers géographiquement et anthropologiquement centripète; Città distrutte (2011) de Davide Orecchio qui sous une forme biographique construit un recueil de grande tenue stylistique.
Raccis, Giacomo
(2019). (Non) è un paese per racconti [journal article - articolo]. In NARRATIVA. Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/147323
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
Raccis Narrativa 41.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 1.13 MB
Formato Adobe PDF
1.13 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10446/147323
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact