Codici espressivi, galateo e ritualità della compresenza virtuale