La beatificazione di Tommaso d'Aquino, ad opera di Giovanni XXII, rappresenta il punto di intersezione di molteplici processi dottrinali, religiosi e politici che si dipanano attorno all'eredità intellettuale del dottore domenicano. La ricca letteratura di "Correctoria" e "Correctoria corruptorii" che fiorisce fra l'ottavo e il nono decennio del XIII secolo è il frutto di una serrata polemica attorno a specifici nodi dottrinali presenti che emergono dagli scritti di Tommaso, ma riflette anche tensioni di ordine religioso e culturale più ampie. Al tempo stesso, il legame della famiglia del maestro domenicano con l'aristocrazia che si lega agli Angiò e diviene il riferimento della causa guelfa in Italia determina un ulteriore scenario di costruzione della figura del santo dottore. Sono queste direttrici, assieme a quelle interne all'ordine domenicano, che il saggio intende rileggere nella progressione con cui si sviluppano fino a toccarsi in occasione della canonizzazione del 1325.

(2020). "Correctoria", "Correctoria corruptorii", "Beatificatio". L'ordine domenicano, l'eredità di Tommaso d'Aquino e Giovanni XXII . Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/165547

"Correctoria", "Correctoria corruptorii", "Beatificatio". L'ordine domenicano, l'eredità di Tommaso d'Aquino e Giovanni XXII

Saccenti, Riccardo
2020

Abstract

La beatificazione di Tommaso d'Aquino, ad opera di Giovanni XXII, rappresenta il punto di intersezione di molteplici processi dottrinali, religiosi e politici che si dipanano attorno all'eredità intellettuale del dottore domenicano. La ricca letteratura di "Correctoria" e "Correctoria corruptorii" che fiorisce fra l'ottavo e il nono decennio del XIII secolo è il frutto di una serrata polemica attorno a specifici nodi dottrinali presenti che emergono dagli scritti di Tommaso, ma riflette anche tensioni di ordine religioso e culturale più ampie. Al tempo stesso, il legame della famiglia del maestro domenicano con l'aristocrazia che si lega agli Angiò e diviene il riferimento della causa guelfa in Italia determina un ulteriore scenario di costruzione della figura del santo dottore. Sono queste direttrici, assieme a quelle interne all'ordine domenicano, che il saggio intende rileggere nella progressione con cui si sviluppano fino a toccarsi in occasione della canonizzazione del 1325.
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
SACCENTI (2020) - Correctoria Correctoria corruptorii Beatificatio. L'ordine domenicano l'eredità di Tommaso d'Aquino e Giovanni XXII.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 227.84 kB
Formato Adobe PDF
227.84 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/165547
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact