Viene qui presentato un padiglione tensegrale pieghevole ideato a partire dal classico prisma tensegrale a base quadrata, chiamato "T4". Si tratta di una struttura composta da quattro barre e dodici cavi e, mediante un'azione di accorciamento dei cavi inferiori, è possibile indurre uno stato di presollecitazione simultaneamente al dispiegamento del padiglione. Un'eventuale membrana esterna può essere impiegata per stabilizzare ulteriormente il sistema, oltre a fungere da copertura per lo spazio sottostante. Quando poggiato a terra, il padiglione viene vincolato con delle semplici cerniere, che ne consentono i processi di apertura e chiusura e i cambiamenti di configurazione in generale. Il nuovo modulo T4 qui proposto può anche essere impiegato in involucri edilizi di tipo responsivo proprio grazie alla capacità della struttura tensegrale di essere assemblata sotto forma di sistemi modulari capaci di modificare il proprio assetto nel tempo. Se ne mostrano qui la risposta a eventuali carichi esterni e le possibilità offerte dai cambiamenti di geometria come punto di partenza per la progettazione di strutture più complesse.

(2020). Architetture adattive mediante un nuovo modulo tensegrale pieghevole di tipo T4 . Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/172821

Architetture adattive mediante un nuovo modulo tensegrale pieghevole di tipo T4

Ruscica, Giuseppe;
2020-12-01

Abstract

Viene qui presentato un padiglione tensegrale pieghevole ideato a partire dal classico prisma tensegrale a base quadrata, chiamato "T4". Si tratta di una struttura composta da quattro barre e dodici cavi e, mediante un'azione di accorciamento dei cavi inferiori, è possibile indurre uno stato di presollecitazione simultaneamente al dispiegamento del padiglione. Un'eventuale membrana esterna può essere impiegata per stabilizzare ulteriormente il sistema, oltre a fungere da copertura per lo spazio sottostante. Quando poggiato a terra, il padiglione viene vincolato con delle semplici cerniere, che ne consentono i processi di apertura e chiusura e i cambiamenti di configurazione in generale. Il nuovo modulo T4 qui proposto può anche essere impiegato in involucri edilizi di tipo responsivo proprio grazie alla capacità della struttura tensegrale di essere assemblata sotto forma di sistemi modulari capaci di modificare il proprio assetto nel tempo. Se ne mostrano qui la risposta a eventuali carichi esterni e le possibilità offerte dai cambiamenti di geometria come punto di partenza per la progettazione di strutture più complesse.
Ruscica, Giuseppe; Micheletti, Andrea
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
Colloqui.AT_.e-2020-Ruscica.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 7.76 MB
Formato Adobe PDF
7.76 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/172821
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact