Alcune note sul De observatione ciborum di Antimo