An exemplary representative of a generation of young, eclectic intellectuals and artists, active in various areas of the cultural industry, Giacomo (Mino) Guerrini was one of the best preserved secrets ever in the history of Italian cinema. Guerrini was many things: besides being a man of cinema - whose films range from Italian comedy to horror, from spy-story to popular comedy - he was also a painter and artist, journalist and writer, television and radio author. A man of show business and an intellectual capable of moving on many levels and in different areas, without ever bothering to distinguish between high and low culture. The essay focuses in particular on the film tetralogy dedicated to the popular character of Colonel Buttiglione, created by Mario Marenco for the radio program "Alto gradimento": a first, ramshackle example of intermediality to be evaluated, however, with an attention that highlights, along with the many flaws, the elements of interest.

Rappresentante esemplare di una generazione di giovani intellettuali e artisti eclettici, attivi in diversi ambiti dell’industria culturale, Giacomo (Mino) Guerrini uno dei segreti meglio custoditi di sempre della storia del cinema italiano. Guerrini è stato molte cose: oltre che uomo di cinema – i cui film spaziano dalla commedia all’italiana all’horror, dalla spy-story al comico popolare – anche pittore e artista, giornalista e scrittore, autore televisivo e radiofonico. Un uomo di spettacolo e un intellettuale capace di muoversi su più piani e in diversi ambiti, senza mai preoccuparsi di distinguere tra cultura alta e bassa. L'intervento si focalizza in particolare sulla tetralogia di pellicole dedicate al popolare personaggio del Colonnello Buttiglione, ideato da Mario Marenco per la trasmissione radiofonica "Alto gradimento": un primo, sgangherato esempio di intermedialità da valutare tuttavia con un'attenzione che ne metta in luce, insieme agli innumerevoli difetti, gli elementi d'interesse.

(2022). Alt(r)o gradimento. Guerrini, la saga di Buttiglione e altri innesti . Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/209872

Alt(r)o gradimento. Guerrini, la saga di Buttiglione e altri innesti

Gimmelli, Gabriele
2022

Abstract

Rappresentante esemplare di una generazione di giovani intellettuali e artisti eclettici, attivi in diversi ambiti dell’industria culturale, Giacomo (Mino) Guerrini uno dei segreti meglio custoditi di sempre della storia del cinema italiano. Guerrini è stato molte cose: oltre che uomo di cinema – i cui film spaziano dalla commedia all’italiana all’horror, dalla spy-story al comico popolare – anche pittore e artista, giornalista e scrittore, autore televisivo e radiofonico. Un uomo di spettacolo e un intellettuale capace di muoversi su più piani e in diversi ambiti, senza mai preoccuparsi di distinguere tra cultura alta e bassa. L'intervento si focalizza in particolare sulla tetralogia di pellicole dedicate al popolare personaggio del Colonnello Buttiglione, ideato da Mario Marenco per la trasmissione radiofonica "Alto gradimento": un primo, sgangherato esempio di intermedialità da valutare tuttavia con un'attenzione che ne metta in luce, insieme agli innumerevoli difetti, gli elementi d'interesse.
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
G.Gimmelli_Guerrini.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 143.2 kB
Formato Adobe PDF
143.2 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10446/209872
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact