Nel limbo di Juan Rulfo: spettralità e allucinazione in Pedro Páramo