In 1910, for health and hygiene reasons, the city administration of Bergamo decided to move the fruit and vegetable market from the central Piazza Pontida to an area close to the railway line, with the construction of a building complex. The articulated design and construction process gives account of the compositional and structural choices of the engineer G. Vertova and the architect E. Pirovano. The complex consisted of a central two-storey building and five pavilions arranged in an ellipse around a central open space. After the demolition in the ‘70s of the three bodies to the North, a new life to the remaining complex was to come from the construction, completed in 2004, of the new civic library, by the architect Mario Botta. However, the intervention on the pavilions was postponed in the various POPs of the municipal administration, until the recent approval of the project for the functional recovery of the West pavilion.

Ragioni di carattere igienico-sanitario portarono nel 1910 l'amministrazione comunale di Bergamo alla decisione di spostare il mercato della frutta e verdura dalla centrale piazza Pontida in una zona prossima al tracciato ferroviario, prevedendo la realizzazione di un complesso stabile. L'articolato iter progettuale e costruttivo dà conto delle scelte compositive e strutturale dell'ing. G. Vertova e dell'arch. E. Pirovano. Il complesso era costituito da una palazzina centrale a due piani e cinque padiglioni disposti a ellisse intorno a uno spazio libero centrale. Dopo la demolizione negli anni settanta dei tre corpi a Nord, una nuova vita al complesso residuo doveva venire dalla costruzione, ultimata nel 2004, della nuova biblioteca civica, ad opera dell'arch. Mario Botta. L'intervento sui padiglioni venne però rinviato nei vari POP dell'amministrazione comunale, fino alla recente approvazione del progetto di recupero funzionale del padiglione Ovest.

(2022). “A beneficio, decoro e lustro di Bergamo nostra”. L’ex mercato ortofrutticolo di Bergamo . Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/223390

“A beneficio, decoro e lustro di Bergamo nostra”. L’ex mercato ortofrutticolo di Bergamo

Mirabella Roberti, Giulio;Resmini, Monica
2022

Abstract

Ragioni di carattere igienico-sanitario portarono nel 1910 l'amministrazione comunale di Bergamo alla decisione di spostare il mercato della frutta e verdura dalla centrale piazza Pontida in una zona prossima al tracciato ferroviario, prevedendo la realizzazione di un complesso stabile. L'articolato iter progettuale e costruttivo dà conto delle scelte compositive e strutturale dell'ing. G. Vertova e dell'arch. E. Pirovano. Il complesso era costituito da una palazzina centrale a due piani e cinque padiglioni disposti a ellisse intorno a uno spazio libero centrale. Dopo la demolizione negli anni settanta dei tre corpi a Nord, una nuova vita al complesso residuo doveva venire dalla costruzione, ultimata nel 2004, della nuova biblioteca civica, ad opera dell'arch. Mario Botta. L'intervento sui padiglioni venne però rinviato nei vari POP dell'amministrazione comunale, fino alla recente approvazione del progetto di recupero funzionale del padiglione Ovest.
Mirabella Roberti, Giulio; Resmini, Monica
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
2SGPI_4.1.5_Mirabella-Resmini[5367].pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 8.28 MB
Formato Adobe PDF
8.28 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/223390
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact