Alison Bechdel e l'etica del paradosso