Ogni bambino ed ogni bambina è in principio. É sempre origine, in principio: continua e fragile origine, forte origine. Ogni bambino e ogni bambina si pongono di fronte a chi volge loro il palmo della mano (o punta un'arma) e sollecitano a scorgere in profondità quella "esperienza umana che mette in scena vicende singolari nel teatro di una storia sempre imprevedibile, sorprendente". Anche terribile. Loro stessi, i bambini, iniziano a tracciare presenze e avventure nel mondo dal profondo del sentire dei loro corpi di bisogno e di desiderio. Un profondo sentire le vibrazioni, le promesse, i gemiti e le attese: delle cose, dei viventi, di donne e uomini. Da lì fanno nuove le cose: cogliendone vita, resistenze, incontro; disegnando distanze, vicinanze e racconti. Sono come l'incipit biblico: dove in principio è anche, e piuttosto, in profondità. La loro novità non ha i tratti di un passaggio oltre, non soltanto almeno; si mostra grazie alle esplorazioni, alle rigerminazioni, agli scavi che tornano ad emergere dal profondo. Ogni bambino e ogni bambina é nuova, originaria intensità della vita: tesi a mostrare il nuovo, il fondo e l'avvenire. Ad aprire ancora stupore.

(2022). Il lascito necessario di Janusz Korczak . Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/229230

Il lascito necessario di Janusz Korczak

Lizzola, Ivo
2022

Abstract

Ogni bambino ed ogni bambina è in principio. É sempre origine, in principio: continua e fragile origine, forte origine. Ogni bambino e ogni bambina si pongono di fronte a chi volge loro il palmo della mano (o punta un'arma) e sollecitano a scorgere in profondità quella "esperienza umana che mette in scena vicende singolari nel teatro di una storia sempre imprevedibile, sorprendente". Anche terribile. Loro stessi, i bambini, iniziano a tracciare presenze e avventure nel mondo dal profondo del sentire dei loro corpi di bisogno e di desiderio. Un profondo sentire le vibrazioni, le promesse, i gemiti e le attese: delle cose, dei viventi, di donne e uomini. Da lì fanno nuove le cose: cogliendone vita, resistenze, incontro; disegnando distanze, vicinanze e racconti. Sono come l'incipit biblico: dove in principio è anche, e piuttosto, in profondità. La loro novità non ha i tratti di un passaggio oltre, non soltanto almeno; si mostra grazie alle esplorazioni, alle rigerminazioni, agli scavi che tornano ad emergere dal profondo. Ogni bambino e ogni bambina é nuova, originaria intensità della vita: tesi a mostrare il nuovo, il fondo e l'avvenire. Ad aprire ancora stupore.
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
Postfazione_Lizzola.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 7.84 MB
Formato Adobe PDF
7.84 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/229230
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact