In the collective imagination, the term Franciacorta represents a territory, and a landscape, strongly characterized by viticulture; the Franciacorta "bubbles" produced in this DOCG has represented and represents the vehicle for the promotion and diffusion of a successful brand international. An element of interest in the Franciacorta case study can be recognized in the project of developing viticulture and wine culture, a process that began relatively recently (starting in the 1950s. fifties of the 20th century). A process that has given Franciacorta(in the collective imagination) a "territorial vocation," the outcome of a planning trajectory that has seen the interests of entrepreneurs compete winemakers with those of operators in the agri-food chain and tourism, with solid sharing by local territorial institutions. The Regional Territorial Area Plan (PTRA) Franciacorta, launched in 2015, represents a will of local institutions, with the impulse and guidance of Lombardy Region, to strengthen policies for the protection and enhancement of the territory and, at the same time, a tool to strengthen the 'vocation' of Franciacorta as a 'wine landscape'.

Nell’immaginario collettivo il termine Franciacorta rappresenta un territorio, e un paesaggio, fortemente caratterizzato dalla coltura vitivinicola; il Franciacorta “bollicine” prodotto in questa DOCG ha rappresentato e rappresenta il veicolo di promozione e diffusione di un brand di successo internazionale. Un elemento di interesse nello studio del caso Franciacorta è riconoscibile nel progetto di sviluppo della coltura e della cultura vitivinicola, processo che ha avuto inizio in tempi relativamente recenti (a partire dagli anni cinquanta del XX secolo). Un processo che ha conferito alla Franciacorta (nell’immaginario collettivo) una “vocazione territoriale”, esito di una traiettoria progettuale che ha visto concorrere interessi degli imprenditori vitivinicoli con quelli degli operatori della filiera agroalimentare e del turismo, con una solida condivisione da parte delle istituzioni territoriali locali. Il Piano Territoriale Regionale d’Area (PTRA) Franciacorta, avviato nel 2015, rappresenta una volontà delle istituzioni locali, con l’impulso e la guida di Regione Lombardia, di rafforzare le politiche di tutela e di valorizzazione del territorio e, nel contempo, uno strumento di rafforzamento della ‘vocazione’ della Franciacorta quale “paesaggio del vino”.

(2022). Il paesaggio vitato della Franciacorta: un progetto di vocazione territoriale . Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/233562

Il paesaggio vitato della Franciacorta: un progetto di vocazione territoriale

Adobati, Fulvio
2022-01-01

Abstract

Nell’immaginario collettivo il termine Franciacorta rappresenta un territorio, e un paesaggio, fortemente caratterizzato dalla coltura vitivinicola; il Franciacorta “bollicine” prodotto in questa DOCG ha rappresentato e rappresenta il veicolo di promozione e diffusione di un brand di successo internazionale. Un elemento di interesse nello studio del caso Franciacorta è riconoscibile nel progetto di sviluppo della coltura e della cultura vitivinicola, processo che ha avuto inizio in tempi relativamente recenti (a partire dagli anni cinquanta del XX secolo). Un processo che ha conferito alla Franciacorta (nell’immaginario collettivo) una “vocazione territoriale”, esito di una traiettoria progettuale che ha visto concorrere interessi degli imprenditori vitivinicoli con quelli degli operatori della filiera agroalimentare e del turismo, con una solida condivisione da parte delle istituzioni territoriali locali. Il Piano Territoriale Regionale d’Area (PTRA) Franciacorta, avviato nel 2015, rappresenta una volontà delle istituzioni locali, con l’impulso e la guida di Regione Lombardia, di rafforzare le politiche di tutela e di valorizzazione del territorio e, nel contempo, uno strumento di rafforzamento della ‘vocazione’ della Franciacorta quale “paesaggio del vino”.
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
Adobati_IUU-Dossier-08-Paisajes-Activos.pdf

accesso aperto

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione del file 5.18 MB
Formato Adobe PDF
5.18 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/233562
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact