The essay aims at showing for the first time in an analytical way the singular Trinitarian doctrine elaborated by John Philoponus in the theological and exegetical context of Alexandria during the Sixth Century. Philoponus is, actually, notorious as a fine commentator and interpreter of Aristotle’s works but it is less known that – on the basis of his rare position as a Christian Aristotelian – he tried to apply the main conceptual categories of the Stagirite (genus/species; power/act; hypokeimenon, ecc.) to the Biblical Revelation, too; thus, above all, the surviving fragments of the Philoponian treatise with the title De Trinitate will be evalueted directly in the Syriac language, as they are transmitted, together with the contemporary Greek testimonies on the speculation of the Trinitariam perichoresis that Philoponus unravels relying on logic and eidetic metaphysics of the Aristotelian tradition. Therefore, the dogmatic pros and cons of this unique Trinitarian doctrine declined more Aristotelico in the Late Antiquity will be pointed out.

Il saggio intende presentare per la prima volta in modo analitico la singolare dottrina trinitaria elaborata da Giovanni Filopono nel contesto teologico ed esegetico dell’Alessandria del VI secolo. Filopono è, infatti, notorio come fine commentatore e interprete delle opere di Aristotele ma è meno noto che questi – sulla scorta della sua rara posizione di aristotelico cristiano – abbia cercato di applicare le principali categorie concettuali dello Stagirita (genere/specie, potenza/atto, hypokeimenon, ecc.) anche alla rivelazione biblica; verranno così considerati soprattutto i frammenti superstiti del trattato filoponiano dal titolo vulgato di De Trinitate direttamente nella lingua siriaca in cui sono tràditi, insieme con le coeve testimonianze greche circa la speculazione della pericoresi trinitaria che Filopono dipana alla luce della logica e della metafisica eidetica di ascendenza aristotelica. Si valuteranno, quindi, i pro e contra dogmatici di tale unica dottrina trinitaria declinata more Aristotelico nel Tardoantico.

(2022). Sull’experimentum di una dottrina trinitaria a impostazione aristotelica nel VI secolo: le reliquie siriache del De Trinitate greco di Giovanni Filopono [editorial - editoriale]. In QUADERNI DI INSCHIBBOLETH. Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/234647

Sull’experimentum di una dottrina trinitaria a impostazione aristotelica nel VI secolo: le reliquie siriache del De Trinitate greco di Giovanni Filopono

Ottobrini, Tiziano
2022-01-01

Abstract

Il saggio intende presentare per la prima volta in modo analitico la singolare dottrina trinitaria elaborata da Giovanni Filopono nel contesto teologico ed esegetico dell’Alessandria del VI secolo. Filopono è, infatti, notorio come fine commentatore e interprete delle opere di Aristotele ma è meno noto che questi – sulla scorta della sua rara posizione di aristotelico cristiano – abbia cercato di applicare le principali categorie concettuali dello Stagirita (genere/specie, potenza/atto, hypokeimenon, ecc.) anche alla rivelazione biblica; verranno così considerati soprattutto i frammenti superstiti del trattato filoponiano dal titolo vulgato di De Trinitate direttamente nella lingua siriaca in cui sono tràditi, insieme con le coeve testimonianze greche circa la speculazione della pericoresi trinitaria che Filopono dipana alla luce della logica e della metafisica eidetica di ascendenza aristotelica. Si valuteranno, quindi, i pro e contra dogmatici di tale unica dottrina trinitaria declinata more Aristotelico nel Tardoantico.
editoriale
The essay aims at showing for the first time in an analytical way the singular Trinitarian doctrine elaborated by John Philoponus in the theological and exegetical context of Alexandria during the Sixth Century. Philoponus is, actually, notorious as a fine commentator and interpreter of Aristotle’s works but it is less known that – on the basis of his rare position as a Christian Aristotelian – he tried to apply the main conceptual categories of the Stagirite (genus/species; power/act; hypokeimenon, ecc.) to the Biblical Revelation, too; thus, above all, the surviving fragments of the Philoponian treatise with the title De Trinitate will be evalueted directly in the Syriac language, as they are transmitted, together with the contemporary Greek testimonies on the speculation of the Trinitariam perichoresis that Philoponus unravels relying on logic and eidetic metaphysics of the Aristotelian tradition. Therefore, the dogmatic pros and cons of this unique Trinitarian doctrine declined more Aristotelico in the Late Antiquity will be pointed out.
Ottobrini, Tiziano
(2022). Sull’experimentum di una dottrina trinitaria a impostazione aristotelica nel VI secolo: le reliquie siriache del De Trinitate greco di Giovanni Filopono [editorial - editoriale]. In QUADERNI DI INSCHIBBOLETH. Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/234647
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
Quaderni16-Ottobrini-1.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 152.62 kB
Formato Adobe PDF
152.62 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/234647
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact