Il paper presenta un processo innovativo per la progettazione di strutture temporanee, ad uso sociale, culturale ed espositivo. Il carattere innovativo della ricerca consiste: (i) nell’approccio parametrico alla progettazione di spazi per tali finalità; (ii) nello studio di un sistema costruttivo prefabbricato costituito da elementi autobloccanti da assemblare a secco; (iii) nella proposta di utilizzo di un nuovo materiale bio-based. Il sistema costruttivo originato sulla base di tali istanze di ricerca presenta i requisiti di: adattabilità, flessibilità e reversibilità degli spazi; prefabbricazione, leggerezza e rapidità di posa in opera e assemblaggio; ecosostenibilità ambientale e riciclabilità dei componenti impiegati. In particolare, i moduli che compongono il manufatto finale, caratterizzati da volte a tutto sesto, sono concepiti come piccoli ripari per la lettura e le attività sociali.

(2020). “C’era una volta”: processo costruttivo sostenibile per la progettazione parametrica di strutture temporanee voltate e modulari in materiale riciclabile bio-based . Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/234902

“C’era una volta”: processo costruttivo sostenibile per la progettazione parametrica di strutture temporanee voltate e modulari in materiale riciclabile bio-based

Prati, Davide
2020-01-01

Abstract

Il paper presenta un processo innovativo per la progettazione di strutture temporanee, ad uso sociale, culturale ed espositivo. Il carattere innovativo della ricerca consiste: (i) nell’approccio parametrico alla progettazione di spazi per tali finalità; (ii) nello studio di un sistema costruttivo prefabbricato costituito da elementi autobloccanti da assemblare a secco; (iii) nella proposta di utilizzo di un nuovo materiale bio-based. Il sistema costruttivo originato sulla base di tali istanze di ricerca presenta i requisiti di: adattabilità, flessibilità e reversibilità degli spazi; prefabbricazione, leggerezza e rapidità di posa in opera e assemblaggio; ecosostenibilità ambientale e riciclabilità dei componenti impiegati. In particolare, i moduli che compongono il manufatto finale, caratterizzati da volte a tutto sesto, sono concepiti come piccoli ripari per la lettura e le attività sociali.
Bonci, Marta; Mazzoli, Cecilia; Prati, Davide
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
__Colloqui.AT_.e-2020_Bonci Mazzoli Prati.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 1.76 MB
Formato Adobe PDF
1.76 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/234902
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact