This article aims at analyzing the current process of birth’s medicalization starting from the observation of the position of woman in labour as a proof of the medical approach to gestation and pregnancy. This research traces the historical origin of the birth’s medicalization from the XVII century when the male doctor appeared and replaced the midwives, thus breaking the traditional exclusiveness of women on the birth scene. Looking at the state-of-the-art in Italy, this paper highlights the frequent risks of excessive medicalization, through a comparison of the methods of hospital assistance in different geographical areas.

Il presente articolo si propone di analizzare l'attuale processo di medicalizzazione del parto a partire dall'osservazione della posizione della partoriente quale emblema di un approccio medicalizzato su gravidanza e gestazione. Il testo intende ripercorrere l'origine storica del processo di medicalizzazione della gravidanza, segnata dall’apparizione della figura del medico sulla scena del parto nel XVII secolo, sostituendo così le figure femminili delle ostetriche ma, soprattutto, determinando la rottura della storica esclusività femminile nella stanza della partoriente. A partire da un breve sguardo sullo stato dell'arte in Italia, si intendono qui evidenziare i frequenti rischi di eccessiva medicalizzazione, attraverso un confronto delle modalità di assistenza ospedaliera in diverse aree geografiche.

(2022). La posizione della partoriente come misura del grado di medicalizzazione del parto: ricostruzione storica e prospettive odierne [journal article - articolo]. In BIOLAW JOURNAL. Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/238414

La posizione della partoriente come misura del grado di medicalizzazione del parto: ricostruzione storica e prospettive odierne

Cipolla, Sibilla Zoraide Maria
2022-01-01

Abstract

Il presente articolo si propone di analizzare l'attuale processo di medicalizzazione del parto a partire dall'osservazione della posizione della partoriente quale emblema di un approccio medicalizzato su gravidanza e gestazione. Il testo intende ripercorrere l'origine storica del processo di medicalizzazione della gravidanza, segnata dall’apparizione della figura del medico sulla scena del parto nel XVII secolo, sostituendo così le figure femminili delle ostetriche ma, soprattutto, determinando la rottura della storica esclusività femminile nella stanza della partoriente. A partire da un breve sguardo sullo stato dell'arte in Italia, si intendono qui evidenziare i frequenti rischi di eccessiva medicalizzazione, attraverso un confronto delle modalità di assistenza ospedaliera in diverse aree geografiche.
articolo
2022
This article aims at analyzing the current process of birth’s medicalization starting from the observation of the position of woman in labour as a proof of the medical approach to gestation and pregnancy. This research traces the historical origin of the birth’s medicalization from the XVII century when the male doctor appeared and replaced the midwives, thus breaking the traditional exclusiveness of women on the birth scene. Looking at the state-of-the-art in Italy, this paper highlights the frequent risks of excessive medicalization, through a comparison of the methods of hospital assistance in different geographical areas.
Cipolla, Sibilla Zoraide Maria
(2022). La posizione della partoriente come misura del grado di medicalizzazione del parto: ricostruzione storica e prospettive odierne [journal article - articolo]. In BIOLAW JOURNAL. Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/238414
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
26+CIPOLLA.pdf

accesso aperto

Descrizione: File
Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione del file 1.44 MB
Formato Adobe PDF
1.44 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/238414
Citazioni
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact