Ultima Servetta della Compagnia Reale Sarda, non figlia d’arte, Daria Cutini Mancini muove i primi passi negli anni Cinquanta dell’Ottocento. A seguito dello scioglimento della Reale Sarda milita in altre prestigiose compagnie sotto la guida di capocomici del calibro di Gaspare Pieri e Giuseppe Trivelli. Si ritira dalle scene negli anni Settanta per motivi di salute che la condurranno a morte precoce nel 1881.

(2021). Mancini, Daria . Retrieved from https://hdl.handle.net/10446/270469

Mancini, Daria

Bravi, Giulia
2021-01-01

Abstract

Ultima Servetta della Compagnia Reale Sarda, non figlia d’arte, Daria Cutini Mancini muove i primi passi negli anni Cinquanta dell’Ottocento. A seguito dello scioglimento della Reale Sarda milita in altre prestigiose compagnie sotto la guida di capocomici del calibro di Gaspare Pieri e Giuseppe Trivelli. Si ritira dalle scene negli anni Settanta per motivi di salute che la condurranno a morte precoce nel 1881.
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
Mancini Daria.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 35.1 kB
Formato Adobe PDF
35.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/270469
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact