The process of planning and, more generally, the government of the territory, he lived in our country a radical transformation that has characterized the last two decades. This transformation can be traced back to the need to overcome the rigidity of the forms of planning more "traditional" setting top-down, command and control, which characterized our country from the establishment of the Republic until the year Nineties of the twentieth century. Taking up the challenge of Thierry Paquot, makes its way approach to urban planning "sensory, participatory, ecological," as opposed to the cold urban techno-functional dominated the cultural scene, and consequently legislation, by the emergence planning principles of the Modern Movement in the thirties of the twentieth century to the present day. Within this planning framework which emerged gradually have established instruments more in keeping with emerging models of governance. The eco-museum, musée éclaté in its conception, for different regions Italian is a successful model, imported from France from the first example of Piedmont in 1995, this new generation of instruments for territorial governance.

Il processo di pianificazione del territorio e, più complessivamente, il governo del territorio, ha vissuto nel nostro paese una trasformazione radicale che ne ha caratterizzato gli ultimi due decenni.Tale trasformazione va ricondotta alla necessità di superare le rigidità delle forme di pianificazione più “tradizionali” di impostazione top-down e command and control, che hanno caratterizzato il nostro paese dalla istituzione della Repubblica fino agli anni Novanta del XX secolo. Raccogliendo la provocazione di Thierry Paquot, si fa strada un approccio all’urbanistica “sensoriale, partecipativo, ecologico”, in contrapposizione alla fredda urbanistica tecnico-funzionale che ha dominato la scena culturale, e di riflesso normativa, dall’affermarsi dei principi urbanistici del Movimento Moderno negli anni Trenta del XX secolo fino ai nostri giorni. Entro questo quadro di pianificazione via via delineatosi si sono affermati strumenti più aderenti ai modelli di governance emergenti. L’ecomuseo, musée éclaté nella sua ideazione, per diverse regioni italiane rappresenta un modello di successo, importato dalla Francia a partire dal primo esempio del Piemonte nel 1995, di questa nuova generazione di strumenti di governance territoriale.

Le musée éclaté. La formula ecomuseale nella evoluzione di politiche e strumenti di promozione territoriale

ADOBATI, Fulvio
2012

Abstract

Il processo di pianificazione del territorio e, più complessivamente, il governo del territorio, ha vissuto nel nostro paese una trasformazione radicale che ne ha caratterizzato gli ultimi due decenni.Tale trasformazione va ricondotta alla necessità di superare le rigidità delle forme di pianificazione più “tradizionali” di impostazione top-down e command and control, che hanno caratterizzato il nostro paese dalla istituzione della Repubblica fino agli anni Novanta del XX secolo. Raccogliendo la provocazione di Thierry Paquot, si fa strada un approccio all’urbanistica “sensoriale, partecipativo, ecologico”, in contrapposizione alla fredda urbanistica tecnico-funzionale che ha dominato la scena culturale, e di riflesso normativa, dall’affermarsi dei principi urbanistici del Movimento Moderno negli anni Trenta del XX secolo fino ai nostri giorni. Entro questo quadro di pianificazione via via delineatosi si sono affermati strumenti più aderenti ai modelli di governance emergenti. L’ecomuseo, musée éclaté nella sua ideazione, per diverse regioni italiane rappresenta un modello di successo, importato dalla Francia a partire dal primo esempio del Piemonte nel 1995, di questa nuova generazione di strumenti di governance territoriale.
book chapter - capitolo di libro
Adobati, Fulvio
File allegato/i alla scheda:
Non ci sono file allegati a questa scheda.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/27292
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact