L'ermeneutica triadica sistemica è davvero estranea al senso comune?