"Attore ben vestito, mezza parte fatta": all'origine dell'Haute Couture in scena