In the years of Pier Paolo Pasolini’s training, the reading of the novels written by Emilio Salgàri expands the Friulian and Cremonese countryside into an imaginary space in which the young man takes refuge whenever he has the opportunity. These texts, which contain the topos of travel to distant countries, give rise to a real “marine syndrome” in Pasolini. The essay explores its characteristics and the underlying motivations, investigating, through the examination of the Pasolinian texts and searching the references to Salgari contained in them, the complex poetical and educational relationship that binds the two writers.

Negli anni della formazione di Pier Paolo Pasolini la lettura dei romanzi di Emilio Salgàri dilata la campagna friulana e cremonese in uno spazio immaginario in cui il giovane si rifugia ogni volta che ne ha occasione. Questi testi, che racchiudono il topos del viaggio in paesi lontani, fanno nascere in Pasolini una vera e propria «sindrome marina». Il saggio ne esplora le caratteristiche e le motivazioni sottese, indagando, attraverso la disamina dei testi pasoliniani e ricercando i rimandi a Salgari in essi contenuti, la complessa relazione poetica ed educativa che lega i due scrittori.

(2018). Echi di Emilio Salgàri nell’opera di Pier Paolo Pasolini. Le «incomparabili» letture dell’infanzia friulana e cremonese [journal article - articolo]. In NUOVA SECONDARIA. Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/135586

Echi di Emilio Salgàri nell’opera di Pier Paolo Pasolini. Le «incomparabili» letture dell’infanzia friulana e cremonese

Mazzini, Alessandra
2018

Abstract

Negli anni della formazione di Pier Paolo Pasolini la lettura dei romanzi di Emilio Salgàri dilata la campagna friulana e cremonese in uno spazio immaginario in cui il giovane si rifugia ogni volta che ne ha occasione. Questi testi, che racchiudono il topos del viaggio in paesi lontani, fanno nascere in Pasolini una vera e propria «sindrome marina». Il saggio ne esplora le caratteristiche e le motivazioni sottese, indagando, attraverso la disamina dei testi pasoliniani e ricercando i rimandi a Salgari in essi contenuti, la complessa relazione poetica ed educativa che lega i due scrittori.
articolo
In the years of Pier Paolo Pasolini’s training, the reading of the novels written by Emilio Salgàri expands the Friulian and Cremonese countryside into an imaginary space in which the young man takes refuge whenever he has the opportunity. These texts, which contain the topos of travel to distant countries, give rise to a real “marine syndrome” in Pasolini. The essay explores its characteristics and the underlying motivations, investigating, through the examination of the Pasolinian texts and searching the references to Salgari contained in them, the complex poetical and educational relationship that binds the two writers.
Mazzini, Alessandra
(2018). Echi di Emilio Salgàri nell’opera di Pier Paolo Pasolini. Le «incomparabili» letture dell’infanzia friulana e cremonese [journal article - articolo]. In NUOVA SECONDARIA. Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/135586
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
NsR_1-settembre2018_Mazzini.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 1.21 MB
Formato Adobe PDF
1.21 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/135586
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact