Lo sciamano post-virale. Jake Angeli, la moda e il fanatismo immaginario