Il web, «casa» del dialogo