SUCA e 800A nel paesaggio linguistico urbano: uno sguardo su Palermo