The case under examination deals with the double tax treaties’ rules concerning Governmental payments to a service provider that is resident of the other Contracting State for consultancy activities carried out in the first mentioned State. The Italian Supreme Court applied art. 19 (governmental functions) inspite of art. 14 (independent services), since the former one is a lex specialis of art. 14. The judgment is highly disputable, in sharp contrast with the Commentary of the OECD Model Tax Convention, in particular on the relationship between arts. 19 and 15, on the relevance of the definition of “State” and the notion of “business” with regard to para. 3 of art. 19.

Nella sentenza in esame la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla disciplina convenzionale applicabile ai redditi corrisposti dal Governo di uno Stato ad un residente dell’altro Stato contraente per prestazioni di consulenza rese nel primo Stato. La Corte ha ritenuto che si debba applicare l’art. 19 (funzioni pubbliche) anziché l’art. 14 (professioni indipendenti) in quanto la prima disposizione ha natura di lex specialis rispetto all’art. 14. La pronuncia si presta a numerose critiche, ponendosi in contrasto con l’interpretazione che il Commentario al Modello OCSE offre, in particolare sul rapporto fra gli artt. 19 e 15 del Modello OCSE, sulla rilevanza della definizione di “Stato” nel contesto dell’art. 19 e sulla definizione del termine business, nel contesto del par. 3 dell’art. 19.

(2020). Riflessioni su una criticabile pronuncia della Corte di Cassazione in tema di remunerazioni corrisposte da enti governativi esteri a consulenti italiani = Remarks on an unacceptable decision by the Italian Supreme Court concerning the remuneration paid by foreign government agencies to Italian consultants . In RIVISTA TRIMESTRALE DI DIRITTO TRIBUTARIO. Retrieved from http://hdl.handle.net/10446/230273

Riflessioni su una criticabile pronuncia della Corte di Cassazione in tema di remunerazioni corrisposte da enti governativi esteri a consulenti italiani = Remarks on an unacceptable decision by the Italian Supreme Court concerning the remuneration paid by foreign government agencies to Italian consultants

Scalia, Roberto
2020

Abstract

Nella sentenza in esame la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla disciplina convenzionale applicabile ai redditi corrisposti dal Governo di uno Stato ad un residente dell’altro Stato contraente per prestazioni di consulenza rese nel primo Stato. La Corte ha ritenuto che si debba applicare l’art. 19 (funzioni pubbliche) anziché l’art. 14 (professioni indipendenti) in quanto la prima disposizione ha natura di lex specialis rispetto all’art. 14. La pronuncia si presta a numerose critiche, ponendosi in contrasto con l’interpretazione che il Commentario al Modello OCSE offre, in particolare sul rapporto fra gli artt. 19 e 15 del Modello OCSE, sulla rilevanza della definizione di “Stato” nel contesto dell’art. 19 e sulla definizione del termine business, nel contesto del par. 3 dell’art. 19.
File allegato/i alla scheda:
File Dimensione del file Formato  
RTDT (2020) Compensi CDI.pdf

Solo gestori di archivio

Versione: publisher's version - versione editoriale
Licenza: Licenza default Aisberg
Dimensione del file 651.37 kB
Formato Adobe PDF
651.37 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Aisberg ©2008 Servizi bibliotecari, Università degli studi di Bergamo | Terms of use/Condizioni di utilizzo

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10446/230273
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact